Scrivi che ti passa

Scrivi che ti passa                                   

Il 18 febbraio 2020 si è tenuto a Ivrea (To)  il convegno Narrazioni a confronto, a cui ho avuto l'onore di partecipare. 💖💖💖

Viaggio introspettivo attraverso una favola. 
Il cervello creativo rifiuta le costrizioni, di ogni genere e, attraverso i racconti autobiografici, lascia danzare le emozioni che si possono esprimere in una metafora, in una poesia, in una favola. In fondo le favole rappresentano ciò che la mente razionale non è in grado di raccontare: l’incontro con il male e l’orrore.

Quando si subisce un trauma, un’ingiustizia, un torto, quando il mondo esterno irrompe dentro di noi, senza chiedere il permesso, è in quel momento che la scrittura esercita la sua forza lenitiva, mette ordine, fa sintesi tra il vissuto emotivo e la realtà, creando un distanziamento. E la realtà appare meno spaventosa e minacciosa! Solo chi lo ha sperimentato-scrivendo- ne è consapevole. (cit. MG. MARTIN per Scrivi che ti passa)
Professor Duccio Demetrio .

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA PAURA- Sconfiggiamola insieme.

Giorni da Corona-virus

Diario di bordo ai tempi del Corona-virus