SE NON RIESCI A DIRLO A VOCE PROVA A SCRIVERLO...

 SE NON RIESCI A DIRLO A VOCE PROVA A SCRIVERLO...


Quante storie mi raccontate ogni volta e quanta emozione riusciamo a spigionare insieme, sí insieme, perchè è un ottimo lavoro di squadra.

Mi dite spesso: "Faccio il tuo laboratorio di Scrittura Emotiva, ma ti avviso, non penso di scrivere più di tanto..."

E poi, sapete cosa succede?

Le stesse persone si trovano a riversare fiumi di pensieri su quel foglio e mi guardano stupite come se io avessi fatto loro un incantesimo. 
Quello che faccio è entrare nel vostro racconto come se lo stessi vivendo in prima persona e facendovi da specchio, attraverso un dialogo mirato, vi aiuto a riversare pensieri nascosti che hanno bisogno di uscire allo scoperto.

E' questo il mio dono. 

Adoro sentire ciò che vi accade e andare a sviscerare ogni singola frase per estrapolare ciò che a voce non riuscite a dire.
Quello che scrivete è la vostra vera essenza, colei a cui non potete mentire.

Scrivere di sè è terapeutico.
Il termine "Terapeutico" deriva dal greco e significa ciò che crea benessere; ciò che ci fa stare bene, a livello psico-fisico. Quindi non stiamo facendo una terapia, semplicemente ci stiamo prendendo cura di noi scrivendo.
C'è da dire che diversi scritti dei miei laboratori vengono portati in un secondo momento in visione a Terapeuti che stanno seguendo un certo tipo di percorso con queste persone, quindi la Scrittura Emotiva può essere un coadiuvante laddove necessita.

La Scrittura Emotiva ci mostra ciò che siamo con occhi diversi, siamo obbligati a riportare l'attenzione sul foglio e quindi a focalizzarci sui nostri pensieri senza perderci nel labirinto della nostra testa.

Ѐ un tipo di scrittura che può fare chiunque, non necessita di particolari competenze o conoscenze grammaticali e sapete perchè?
Perchè quando si scrive di sè si è LIBERI!
Liberi di esprimere tutto il nostro "essere" senza filtri, senza giudizio e mi riferisco soprattutto al nostro giudizio, il più severo.

Ho visto scrivere persone che hanno finalmente tirato fuori una rabbia che tenevano repressa da anni, anche la rabbia è un'emozione e in quanto tale non si può reprimere. Altri hanno scritto di grandi sensi di colpa che li schiacciavano a terra, ma anche di progetti e di come poterli realizzare, ma soprattutto hanno capito che in quelle righe c'era ancora una speranza.

Scrivere di sè cambia le persone, nel loro dentro, ma anche nel rapporto con gli altri, si intuisce da subito "IL CAMBIAMENTO".
        
                           La Vostra Marilena






Commenti

Post popolari in questo blog

DONNE MERAVIGLIOSE

SCRITTURA EMOTIVA